È online un nuovo sito internet che si propone di raccontare la storia, i luoghi e i protagonisti dell’artigianato di Firenze. Promosso dal Comune di Firenze e realizzato in collaborazione con Artex-Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana, “Firenze Creativa” si pone l’obiettivo di creare una comunità per promuovere e valorizzare le attività artigiane e i centri di formazione, rafforzando il collegamento tra istituzioni, associazioni e privati. Una bella iniziativa che anche altre città della toscana potrebbero imitare.

Per far parte della rete è sufficiente iscriversi alla community e partecipare agli eventi. Sul sito è possibile accedere al bando del Comune di Firenze, sempre aperto, e presentare la propria domanda. “Stiamo disegnando e allo stesso tempo promuovendo l’universo creativo di Firenze e dell’area metropolitana”, spiega Giovanni Lamioni, presidente di Artex. “Firenze Creativa sarà un catalizzatore di energie, un megafono per le nostre realtà, e fornirà gli strumenti per concretizzare tutti i progetti finalizzati alla promozione e valorizzazione del nostro patrimonio creativo, dalle botteghe artigiane ai centri di formazioni. Sarà anche un canale più snello e diretto con i soggetti attivi del territorio per facilitare l’organizzazione e la realizzazione di manifestazioni e eventi”.

Il primo appuntamento in programma è “Manifatture Fiorentine aperte“, l’11 e il 12 maggio. Due giorni di incontri, dimostrazioni, workshop dedicati alla scoperta dei luoghi, delle imprese, degli attori e di tutto ciò che ruota intorno al mondo della creatività a Firenze. Per partecipare basta iscriversi sul sito nell’area dedicata all’evento.

”Non solo un weekend di Manifatture aperte per raccontare la storia delle botteghe fiorentine a cittadini e turisti – ha detto l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re -, ma anche una piattaforma permanente su un sito dedicato dell’Amministrazione comunale al quale collaboreranno tutti i protagonisti del mondo dell’artigianato. Un modo per avere in mappa tutto l’anno le realtà creative della nostra città, che potranno così essere ricercate da cittadini a turisti per andare alla scoperta degli artigiani fiorentini e dei vari centri di formazione”.

Autore

Scrivi un commento