Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, torna sul tema dell’accoglienza per attaccare il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Lo fa con un post sulla propria bacheca Facebook. “Caro Salvini, ora la pacchia è finita per te. Hai messo all’indice le associazioni e le cooperative che hanno fatto accoglienza in Toscana e hai tagliato i finanziamenti. Ora, giustamente, queste si rifiutano di partecipare ai bandi della prefettura, perché, sostiene la Caritas, ‘non sono albergatori’, e con i nuovi capitolati, che tu Salvini hai voluto, non si può fare formazione né insegnare l’italiano ai migranti; in una parola, non si può fare integrazione”.

Rossi prosegue snocciolando alcuni numeri: “Su una richiesta di copertura di 1500 posti si è arrivati a una disponibilità di soli 300. Il rischio è che dal 1° luglio, scadenza dei vecchi bandi, 1200 persone siano in mezzo alla strada”.

Il presidente della Regione conclude alzando il tono dello scontro: “Sai che ti dico caro Salvini: portateli a casa tua. Oppure assumi le tue responsabilità e tratta le persone come devono essere trattate, con rispetto per i loro diritti e la loro dignità; siano essi migranti o lavoratori e volontari impegnati nelle associazioni e nelle cooperative”.

Autore

1 Commento

Scrivi un commento